Image Alt

Manifesto

L’Ecologico International Film Festival (EIFF) non è soltanto un festival del cinema.
Si occupa di Cinema Indipendente, ne valorizza le peculiarità, i meriti e gli sforzi.
L’EIFF promuove, attraverso il cinema, una riflessione sulla società contemporanea. Lo fa attraverso le proiezioni di film che raccontano, esplorano e mettono in discussione il mondo in cui viviamo; lo fa incontrando autorevoli personaggi della cultura e sollecitando il confronto con il pubblico.
È un festival ecologico in tutti i sensi, per la sostenibilità della sua realizzazione e per il messaggio di opposizione alle cattive abitudini quotidiane.
Il termine “Ecologico” va inteso nel suo più ampio significato di rapporto dell’essere umano con gli habitat in cui vive: naturali, culturali, sociali, politici, economici e le relazioni dinamiche tra questi. Ciò include tutto, dai corpi in cui viviamo, alle strutture fisiche, istituzioni e industrie che gli esseri umani costruiscono, alla politica, ai linguaggi e alle pratiche culturali che usiamo per comunicare e, naturalmente, all’ambiente-Terra e alla sua complessa moltitudine di vita e processi.
Utilizziamo il cinema come strumento per stimolare la discussione, promuovere l’impegno del pubblico e favorire la consapevolezza su un’ampia gamma di questioni sociali e ambientali.
Il nostro obiettivo è quello di coinvolgere, illuminare e intrattenere il pubblico di ogni provenienza, attraverso i film che indagano la complessità del reale attraverso tematiche che celebrano, mettono in discussione e propongono modi diversi di vedere lo stato del nostro mondo.
L’intento è quello di non distruggere né sprecare, le risorse economiche, umane e temporali, ma cercare, attraverso una riduzione dei costi, di fare di necessità virtù.
L’Ecologico International Film Festival non intende suggerire soluzioni, ma si limita a stimolare un cambiamento attraverso la presa di coscienza individuale. Siamo al contempo convinti che la crescita culturale contribuisca alla creazione di nuove opportunità di sviluppo economico e sociale sostenibile per la popolazione e il territorio, rispettoso dei diritti degli uomini e dell’ambiente.
La domanda che ci poniamo è la seguente: Possiamo migliorare il mondo in cui viviamo? L’idea di fondo è che non ci può essere benessere se non c’è una “educazione al ben essere”.
Attraverso l’arte, la cultura e il cinema, l’EIFF propone nuove e suggestive “visioni del mondo”, promuove il cambiamento degli stili di vita e favorisce la conoscenza delle possibili alternative al vivere contemporaneo. Poiché crediamo che l’arte può essere anche mediatore di nuove opportunità di esistere, di “essere nel mondo” come direbbe Husserl.
L’EIFF non è, quindi, solo una competizione in cui far sfilare i registi.
I premi sono concepiti come un incentivo per incoraggiare non per discriminare. È una festa, un momento di condivisione per la creazione di una nuova coscienza ambientale.
Sicuramente venire all’EIFF è una scelta partecipativa.
Vi aspettiamo!